Fatti sulla commedia dell’arte

La Commedia dell’Arte è un fenomeno storico e teatrale nato in Italia nel XVI secolo nel periodo rinascimentale, l’Europa ha adottato un tipo di spettacolo completamente diverso e semplice, che può essere visto da tutte le classe della società. Nella commedia dell’arte non c’era un testo stabilito, ma tutto dipendeva dall’improvvisazione di attori che dovevano combinare le abilità di attori, cantanti, acrobati, comici, pantomimizzatori, e l’attore doveva anche sapere a suonare uno strumento musicale. Alcune origini della commedia dell’arte sono ricercate nelle commedie italiane. La commedia dell’arte ha un’incredibile somiglianza con il teatro dell’antica Roma ed è probabilmente dovuta alla reputazione delle commedie romane.

Gli attori

Una delle caratteristiche principali di questa commedia è l’umorismo che va spesso nella volgarità. Per raggiungere il perfezionismo e l’originalità l’attore ha interpretato solo un ruolo, che ha migliorato nel tempo. Le truppe viaggianti erano composte da 10 a 15 membri. Gli attori avevano un capo, sebbene tutti i partecipanti prendessero decisioni uguali. I personaggi erano sempre gli stessi, contrassegnati da una maschera che copriva la metà del viso, quindi le loro bocche erano libere. Gli attori hanno utilizzato vari oggetti di scena che potevano trovare nel posto in cui veniva eseguita la performance.

Cesare Molinari ha scritto che un buon attore doveva essere un buon imitatore e una buona ginnasta, perché i salti e gli esercizi ginnici erano parte integrante del repertorio.

Gli attori hanno sempre avuto alcuni scherzi che sono stati costantemente usati come interruzione e si adattano alla sceneggiatura. A causa dell’improvvisazione degli attori, lo spettatore ha avuto l’impressione di assistere a un evento reale, che era un fenomeno insolito.

Spettacoli in Europa e all’estero

l primo spettacolo fu a Padova, nel 1545. Anche se vengono dall’Italia, questi gruppi itineranti anche viaggiavano allʼestero alla fine del 16° secolo, e quindi hanno avuto una grande influenza sull’arte europea e internazionale di quel periodo. C’erano anche gruppi migliori, che eseguivano spettacoli sotto gli auspici della nobiltà. Si sono esibiti durante il carnevale in varie città in Europa e all’estero che hanno finanziato spettacoli. Le truppe viaggianti sono diventate sempre più popolari in passato, ed erano circondate da ricchi sponsor a chi piacevano i spettacoli. Oltre alle buone condizioni, le truppe viaggianti della commedia dell’arte aveva requisiti e scenari modesti, e l’accento era sempre sulla commedia.

Le esibizioni della commedia dell’Arte erano eseguite all’aperto, su palchi temporanei. Queste commedie non hanno avuto impatto solo sul teatro, ma anche su altre arti come la letteratura e la pittura. Viaggiando attraverso l’Europa, hanno influenzato su molti grandi scrittori come William Shakespeare, Molière, Carlo Goldoni, Ben Jonson e altri.

Erano molto popolari in tutta Europa, come dice Cesare Molinari. A Parigi, la commedia dell’arte era considerata sacra. Oggi è una cosa del passato, ma si sente ancora il suo spirito nei festival di carnevale e di teatro di strada. Una tale commedia e attori liberi che erano pronti a tutto per la loro arte, possono ancora essere un vero esempio nel mondo dell’arte oggi.

Author: admin

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *